ABRUZZO DENTAL FORUM 2019

Odontoiatria digitale, la sfida continua: limiti e benefici

MAIN HALL

Ven 27

settembre
ore 16:00
Riccardo SCARINGI / Romeo PASCETTA

Odontoiatria digitale, la sfida continua: limiti e benefici


L’estetica e l’odontoiatria minimamente invasiva sono i due principali argomenti di discussione della moderna odontoiatria.
Le tecniche mini invasive e quindi biologiche rivestono un ruolo importante nel aiutare gli odontoiatri ad ottenere un’estetica eccellente ed una funzionalità predicibile.
La nuova tecnologia Cad-Cam rappresenta una vera rivoluzione in grado di modificare radicalmente il percorso terapeutico ricostruttivo sia per i clinici che per Odontotecnici. Il ricorso alla tecnologia digitale rappresenta un ampliamento delle tradizionali indicazioni all’utilizzo dei molti materiali dentari.
La comunicazione studio-laboratorio, supportata dai moderni sistemi interattivi, è in grado di ridurre anche a distanza le variabili in gioco permettendo di focalizzare l’attenzione sull’obiettivo principale del restauro protesico, riprodurre l’aspetto estetico e la funzione dei denti naturali raggiungendo le aspettative del paziente grazie all’interazione che tali metodiche offrono.
L’esperienza e le capacità del singolo operatore fanno sempre la differenza, ma ai fini del successo finale è importante la predicibilità di un protocollo di lavoro che costituisce un elemento fondamentale nella routine quotidiana.


https://i0.wp.com/www.andiabruzzo.it/wp-content/uploads/2019/08/bn_scaringi.jpg?w=1200&ssl=1

Speaker

dott. Riccardo Scaringi

Laureatosi presso l’Università di Medicina e Chirurgia di Milano nel 1991.
Abilitato all’esercizio Odontoiatrico, esercita la libera professione dal 1991.
Docente a corsi di perfezionamento in implantoprotesi orale e in tecnologie a supporto digitale presso diversi Atenei Universitari Nazionali. Ha partecipato a congressi nazionali quale conferenziere su tematiche chirurgico-protesiche. Autore di pubblicazioni nazionali e internazionali, coautore del testo “Manuale di implantoprotesi computer assistita”, edito da Quintessenza nel 2018.
Socio attivo presso le seguenti società scientifiche:
IAO (Italian Academy of Osseoitegration),
Member ITI (International Team for Implantology)
AIMO (Accademia Italiana di Odontoiatria Microscopica)
CAI (Computer Aided Implantology Academy)
DI&RA (Digital Implant & Restorative Academy) di cui è stato socio fondatore e presidente per il biennio 2016-17.
Si occupa prevalentemente di protesi e chirurgia orale anche in ambito digitale.

https://i1.wp.com/www.andiabruzzo.it/wp-content/uploads/2019/08/bn_pascetta.jpg?w=1200&ssl=1
Speaker

Odt. Romeo Pascetta

Alla sua formazione hanno contribuito gli insegnamenti del Prof. M. Martignoni, con il quale ha collaborato all’esecuzione di alcuni test e casi clinici.
Autore di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali del settore.
È membro dell’ICOI (the International Congress of Oral Implantologists), di cui ha conseguito il Fellowship Status ed il Diplomate Status nel 1998.
È socio onorario della AEOM Asociacion Espanola de Odontologia Microscopica.
Docente dall’A.A. 2000/01 al 2012/2013 Corso di Formazione in Tecnologie Protesiche – prof. Sergio Caputi Università degli studi “G. D’Annunzio“ Chieti.
Docente al “Corso di perfezionamento post laurea in protesi fissa ed implantoprotesi“, “Corso di formazione in tecnologie, regolamentazione e gestione dei sistemi di qualità nei dispositivi medici MDF (ue) 2017/745“, A.A. 2018/2019 Università degli studi “G. D’Annunzio” Chieti.
Coautore con il Dott. Domenico Massironi e l’odt. Alberto Battistelli del testo “La precisione nella restaurazione protesica“ (Resch Ed. – 1993).
Coautore con il Dott. Domenico Massironi e l’odt. Giuseppe Romeo del testo ”Estetica e precisione” (Quintessenza Edizioni – 2004).
Coautore con il Dott. Domenico Massironi e l’odt. Giuseppe Romeo del testo “PRECISION in dental esthetics” (Quintessence books. 2006).
Autore con il collega Davide Dainese del testo “Atlante Odontotecnico” (Quintessenza edizioni 2011), versione inglese “Atlas of dental rehabilitation techniques” (Quintessenza edizioni 2012).
Torna su